Germoglio di primavera

E tutto cominciò con questa foto (“Germoglio di primavera”) quel dì 20 Marzo 2007, con una macchina fotografica compatta da soli 5.0 Mpixel e schermo da francobollo, ancora oggi funzionante.
Quindi… chiunque voglia può ottenere risultati anche con poco/niente se vuole. Non servono per forza le reflex pagate a valanga di euro, anche se regalano una qualità superlativa. Quello che conta di più è l’occhio, ma ancora di più l’animo disposto a “vedere”. Questo è quello che posso dire, nella mia piccola e umile esperienza.

Primavera

“Non si può perdere il messaggio della Primavera, canto alla poesia, alla bellezza della vita che nasce, si rinnova; la festa dei colori. Per inebriarsi con il messaggio della Primavera bisogna saper contemplare, fermarsi dall’impietoso ritmo della vita, creare silenzio intorno e dentro di noi, aprirsi, godere il mormorio del ruscello, il volo della prima rondine, della gamma di colori, dei prati, di una pianta in fiore, il vagar delle nuvole in cielo … Tutto è invito a smarrirsi nell’infinito.”
—(“Don Walter Soave”, I ragazzi del Salus)